Tutto quello che c’è da sapere sugli esami per Droni Enac

Cos’è l’esame per droni Enac

A seguito dell’attenzione legislativa rivolta al parlamento, culminata nell’emanazione della c.d. normativa droni 2021, è diventato obbligatorio il possesso del patentino per poter guidare i droni, rilasciato dall’ENAC, l’Ente Nazionale Aviazione Civile. Un vero e proprio problema per tutti gli aviatori dilettanti che, prima di questa legge, avevano ogni diritto di far volare in cielo, senza spensieratezza, il loro drone. Questo patentino – noto anche come Patente per droni – si acquisisce dopo aver superato con successo un esame che si svolge direttamente online presso il sito ufficiale dell’ente e permette di ottenere un attestato di ”pilota per operazioni specializzate critiche cat. A1-A3”.

L’esame per droni Enac si compone di domande a risposta multipla – di cui solo una è giusta e solitamente le altre sono ingannevoli – dalla durata di un’ora. Per questo motivo è bene arrivare preparati al meglio, evitando spiacevoli sorprese come bocciature: impara dunque tutti gli argomenti relativi al corso.

Quali sono gli argomenti dell’esame per drone

Come ogni test volto a valutare la conoscenza della persona sull’argomento, l’esame per droni ENAC verte innanzitutto sulle regole relative al volo, le zone su cui è possibile transitare e i requisiti richiesti dal drone per poter essere considerato in regola e non rischiare multe salate oppure sanzioni di altro tipo. Inoltre, è bene prepararsi anche sulla questione assicurativa poiché come ogni altro mezzo, il drone deve essere assicurato. L’esame per drone ENAC, infatti, al pari di ogni altro esame che rilasci una patente è volto a garantire al pilota la conoscenza di ogni aspetto utile o necessario ad impedire danni a terzi oltre che una corretta navigazione del dispositivo.

A differenza dell’esame teorico della patente B, ad esempio, le regole per la navigazione aerea sono molto diverse a quelle a cui siamo abituati e per questo motivo è necessario prestare bene attenzione ad ogni aspetto. Come prepararsi all’esame per droni Enac Chiave fondamentale è lo studio attento e approfondito delle materie oggetto di verifica. Preparare bene gli aspetti meno conosciuti nella vita di tutti i giorni, come il rispetto delle aree sui cui volare oppure la distanza dal suolo minima, è fondamentale per garantirsi di superare l’esame per droni ENAC in agilità e scioltezza. Per andare sul sicuro e stare tranquilli di studiare da manuali di tutto rispetto in grado di trasmettere le nozioni con facilità ed immediatezza, sono disponibili sul web soluzioni la guida con domande e rispost per superare l’esame per droni Enac https://www.dronext.eu/patentino-online-droni-guida-eserci.

Guide come queste permettono di ottenere una preparazione al 100%, priva di buchi o sbavature che si possono incontrare studiando su siti online. Inoltre, queste soluzioni mettono a disposizione dello studente anche quiz e soluzioni commentate: si parla in tal senso di un vero e proprio eserciziario che, oltre a confermare la propria preparazione in materia di conosce, permette anche di capire a che punto è il proprio studio e se è possibile sostenere l’esame. Uno dei problemi più grossi che incontra chi si sta preparando all’esame per droni Enac, infatti, è relativo all’acquisizione dei concetti e di vere e proprie esercitazioni poiché i siti web online non sono completi e compiuti come un’opera organica sull’argomento. Con guide del genere, infatti, superare brillantemente l’esame riuscirà molto facile.